Confusione. E speranza.

Viviamo in un periodo di confusione, di mancanza di valori, di assoluto disprezzo verso la natura, verso il nostro caro vecchio mondo.

La cupidigia, l’avidità di denaro, la brama di potere, la smania del successo personale, l’ambizione sfrenata, portano la gran parte della popolazione del pianeta a condotte amorali, spregiudicate.

Non si salva nessuno.

La società moderna appiattisce quasi completamente i valori etici e azzera la possibilità del singolo individuo di agire in modo onesto e retto.

Ci sono persone che si sentono in diritto di rubare le nostre emozioni, di poter dare alla vita altrui un indirizzo, che calpestano i sentimenti senza lasciar di loro traccia, che raccolgono le debolezze altrui e ne fanno armi.

Se vogliamo vivere in quest’epoca dobbiamo per forza uniformare le nostre scelte di vita a quelle della società dominante, dobbiamo tirare il sasso e nascondere la mano a nostra volta, anche per cose minime.

Ma chi è che decide la grandezza delle cose, delle azioni?

Noi stessi. E per salvaguardare il nostro spirito ci raccontiamo che siamo puri, che siamo integri, ma sono menzogne.

Confusione.

Ma succede ogni tanto anche qualche miracolo.

Anzi, nonostante i media, televisioni e giornali in prima linea, ci invadano letteralmente con notizie fosche e tragiche per tutto l’arco della giornata, pronte ad abbattere qualsiasi innalzamento del nostro stato psicologico (si sa che lo shopping è terapeutico, forse non per il conto in banca, ma per l’umore; e lor signori vogliono farci CONSUMARE), a ben leggere tra le righe, soprattutto su internet si riesce ancora a trovare notizie che riempiono il cuore di felicità fanciullesca, quella più limpida, linda, candida.

Non voglio aggiungere nient’altro se non consigliare di guardare attentamente lo sguardo del protagonista del video sulla barca, con il salvagente addosso, prima di gettarsi in acqua.

Tenete aperto il vostro cuore e guardate con i suoi occhi.

Tuffatevi in essi come nell’acqua azzurra e cristallina del mare più bello.

Speranza.

C.

Kira, il cane che nuota con i delfini

Informazioni su spiaggepiubelle

Greta e Cico si sono conosciuti tanti anni fa, da amici si sono poi scoperti innamorati e condividono la vita da circa cinque anni. Due mondi diversi che si sono incontrati e che si scelgono tutti i giorni. Per Adesso. Tuffatevi nel mare blu delle loro emozioni. Qui troverete la raccolta quasi quotidiana delle avventure e disavventure di due Sognatori.
Questa voce è stata pubblicata in Scrive Cico e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...