Impressioni

Ed oggi finalmente il sole!
Il paesaggio è da montagna invernale, sarà caduto più di mezzo metro di neve!
Oggi ho voglia di parlare di tutto quello che mi ha colpita di più a Zanzibar:
1. Le stelle
Supponiamo che a sostenere il Firmamento sulla Terra siano dei giganti. Bene, quelli che fanno questo lavoro a Zanzibar sono dei giganti nani!!
Abbiamo avuto la fortuna di vedere la sera del nostro arrivo il cielo notturno di Zanzibar con la luna nuova, si vedevano miliardi di stelle, comprese tutte quelle che non ho mai visto in vita mia, incredibile, e sembravano vicinissime! Anche se non me ne intendo ho potuto riconoscere le costellazioni principali, si vedevano anche stelle la cui luminosità aumenta e diminuisce ad intermittenza, alcune più grandi, altre piccolissime, come una polverina…. Che meraviglia!!
2. La povertà dignitosa
All’epoca della nostra esperienza a Zanzibar mi avevano dato una cura per combattere la cistite cronica a base di integratori e diuretici. Un giorno abbiamo fatto un’escursione abbastanza lunga ed in autobus ho cominciato a soffrire la mancanza di una sosta. Dopo aver chiesto quanto tempo c’era ancora per arrivare a destinazione, ed aver capito che non avrei mai resistito così a lungo, ho cominciato a pensare al piano B.
Dunque, lì non ci sono autogrill (nemmeno autostrade, quasi nemmeno strade se è per questo!) nè per una donna è possibile fare una pipì veloce nella giungla fitta di vegetazione, con serpenti ragni giganti ed insetti di ogni genere.
Ed allora mi sono decisa a manifestare il mio disagio alla nostra guida, che mi ha risposto con il solito hakuna matata e mi ha spiegato che in questi casi si va a casa di qualcuno. Qui si fa così! Ma ci pensate? Quanta generosità, soprattutto da parte di chi non ha nulla o quasi..
E così ha fatto fermare l’autobus, siamo scesi solo io e lui, che mi ha accompagnata in una casa privata, una delle poche in muratura che c’erano da quelle parti, e dopo averle spiegato la situazione, mi ha affidata alla ragazza sulla porta. La padrona di casa ho immaginato.
Aveva uno sguardo dolcissimo, non abbiamo detto una parola ma ci siamo parlate comunque. Lei era felice di poter risolvere il mio problema, c’era tanta comprensione femminile nel suo volto. Mi ha fatta entrare nella grande stanza, cemento per terra, e poi in un’altra più piccola, dove sono passata tra materasso matrimoniale a terra sulla sinistra e vestiti ammonticchiati per terra sulla destra, e lì c’era un’altra porticina, il bagno. Un water e davanti un secchio pieno d’acqua con un secchiellino da bimbi dentro: questo è il loro scarico, non hanno acqua corrente in casa.
Per me è stata una lezione di vita, ho imparato tanto a Zanzibar, e ricordo ancora con gratitudine quella ragazza sorridente che mi ha tanto aiutata.
3. La filosofia di vita
Se andrete a Zanzibar, la frase che sentirete pronunciare più spesso dagli abitanti dell’isola è HAKUNA MATATA! Tradotta questa locuzione swahili significa: NON C’E’ PROBLEMA! E la filosofia di vita che sottende è: OTTIMISMO sempre e comunque. Non bisogna prendersela per le sciocchezze quotidiane, piccoli imprevisti, non bisogna mai e poi mai avere fretta, meglio lasciar perdere i problemi del passato e concentrarsi sul presente con ottimismo! I problemi? Quali??
4. I sorrisi dei bimbi
Per capire di che parlo dovete andarci! Questa è Fatmali, la bimba più bella che ho mai visto in vita mia!
Fatmali

Fatmali, Zanzibar

5. La sabbia
Bianca, soffice, un sogno. Da rotolarcisi dentro!
La sabbia bianca di Zanzibar

La sabbia bianca di Zanzibar, Paradise Beach

6. Il sapore della frutta
Incredibile, vedi  Ed anche oggi..
7. Le strade 
Sterrati per lo più, polverosi da morire. Tutti camminano in mezzo alla strada, animali persone bici e mezzi a motore. Quando si avverte il rumore di una macchina che si sta avvicinando, chi è in mezzo alla strada si sposta lentamente sul ciglio per poi riprendere la posizione di prima appena il pericolo è passato. Così per tutto il viaggio. Quasi dimenticavo di dire che però a Zanzibar guidano tutti come pazzi!!!

G.

Informazioni su spiaggepiubelle

Greta e Cico si sono conosciuti tanti anni fa, da amici si sono poi scoperti innamorati e condividono la vita da circa sette anni. Due mondi diversi che si sono incontrati e che si scelgono tutti i giorni. Per Adesso. Tuffatevi nel mare blu delle loro emozioni. Qui troverete la raccolta quasi quotidiana delle avventure e disavventure di due Sognatori.
Questa voce è stata pubblicata in Scrive Greta e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Impressioni

  1. Pingback: Roba da capras!!! | spiaggepiubelle

ATTENZIONE: commentando acconsenti al Trattamento ai sensi dell’art. 23 D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”. Consulta la nostra Pagina Informativa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...