Parlare

Oggi mentre scrivo c’è un bellissimo sole che entra dalla finestra, le mie rose sul tavolo mi guardano e mi arriva in lontananza il rumore della tv.

Sembra una giornata di primavera e sarei pronta a crederci se guardando fuori non vedessi ancora tutto pieno di neve. Chissà per quanto tempo ancora ci terrà compagnia..

Beh, poco fa mi son detta che non affatto è necessario scrivere anche oggi, proprio oggi che non mi sento particolarmente ispirata. Chiaro, non devo mica avere per forza voglia di scrivere tutti i giorni, anche se farlo mi piace un sacco.

Può esserci un momento in cui la mente ha voglia di tacere, di non pensare, di svuotarsi.

E poi invece, mi trovo comunque qui, davanti alla tastiera del mio Rocco (il mio computer ha un nome), la mente pensa una cosa qualsiasi e questa diventa automaticamente parola scritta, le mani vanno da sole, compongono lettere, frasi..

Non ho mai riflettuto troppo su questo, ora trovo curioso come sia a volte terribilmente facile tradurre un pensiero in scrittura.

O come, in modo naturale, un’idea confusa nella testa diventa più chiara quando viene messa per iscritto, come se la nebbia andasse su e tutto quello che sappiamo esserci ricominciasse a vedersi pienamente.

Bene, posso affermare che per me è così, anzi, è sempre stato così.

Scrivere mi ha aiutata tanto, mi ha fatto compagnia negli anni come un amico fidato, non mi ha abbandonata mai nei momenti di crisi.

Un tempo usavo un quaderno ed una penna, di solito stilografica, e confesso che ora un po’ mi mancano entrambi. Facevo a volte dei gran pastrocchi sul foglio, quando non ero proprio convinta di aver espresso davvero quello che avevo dentro, ci tornavo su, cancellavo, mettevo asterischi, frecce.. Ma alla fine ero sempre perfettamente soddisfatta.

Come lo sono oggi, anche se le cancellature che ho fatto non si vedono.

Parlare è più difficile.

G.

Informazioni su spiaggepiubelle

Greta e Cico si sono conosciuti tanti anni fa, da amici si sono poi scoperti innamorati e condividono la vita da circa sette anni. Due mondi diversi che si sono incontrati e che si scelgono tutti i giorni. Per Adesso. Tuffatevi nel mare blu delle loro emozioni. Qui troverete la raccolta quasi quotidiana delle avventure e disavventure di due Sognatori.
Questa voce è stata pubblicata in Scrive Greta e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Parlare

  1. ombreflessuose ha detto:

    Come non darti ragione… Quando arriva il tempo di svuotare il nostro “pensatoio, raccogliamo nostri fratellini ( li chiamo così i pensieri) ,e piano piano come soldatini ubbidienti li mettiamo in fila parola per parola ,e tutto ci sembra perfetto.
    Buona serata
    Mistral

ATTENZIONE: commentando acconsenti al Trattamento ai sensi dell’art. 23 D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”. Consulta la nostra Pagina Informativa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...