E’ un mondo strano il nostro!

Non sono mai stato un conformista.

Mi definerei un rivoluzionario.

Cioè, mi spiego meglio, da una parte mi piace l’isola dei famosi, sia per

le immagini che fanno vedere e sia perchè da piccolo il mio libro preferito

era Robinson Crusoè (ogni sera prima di addormentarmi ne leggevo varie pagine,

soprattutto quelle in cui Robinson, ormai sistemato comodamente all’interno

della sua palizzata che delimitava il terreno in cui c’erano la capanna e le

varie coltivazioni, sedeva come un re in una tavola imbandita di frutta

secca, pane, frutti tropicali in compagnia del suo pappagallo) e dall’altra sono un

appassionato di alcuni periodi storici, tra i quali prevale la rivoluzione

francese di fine 700. Personaggio preferito Robespierre, naturalmente!

Praticamente come la maggior parte degli italiani no??!

Che sono bravissimi a parlare e un pò meno a dimostrare con i fatti quello

che dicono!

Bè capita anche a me.

Però una cosa che veramente mi dà fastidio sono le convenzioni.

Non le sopporto queste moltitudini di persone che si adeguano felici a tutto

quello che la pubblicità propina loro giornalmente attraverso la televisione.

Ad esempio, qualche anno fa hanno iniziato a diffondersi sempre di più i

locali dove si poteva bere e mangiare uno stuzzichino appena usciti dal

lavoro.

I famigerati “happy hour”

Li odio, non li posso sopportare.

Intanto non hanno inventato nulla! L’abitudine all’aperitivo, al famoso

bianchetto prima di mangiare è radicata negli italiani da sempre.

La cosa che più mi scoccia è che, grazie al battage pubblicitario, tutte le

persone si erano come svegliate all’improvviso da un lungo letargo e tu, se

non dicevi che

eri stato o che andavi all’happy hour eri guardato come un …appestato!!

Poi già il nome, “happy hour”!!!

Non vedo proprio cosa ci sia di happy nello strafogarsi di vino e arachidi e

olive!

Senza parlare del fatto che è scientificamente provato che le maggiori

malattie si prendono con le noccioline al bar …bleahhhh …che schifo!

Eppoi la cosa più importante. Se quell’ora della giornata di una persona

viene definita “happy hour” (traduzione: ora felice), le rimanenti 23 come si

potrebbero chiamare?

ve lo dico io:

“shit hours”!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! (traduzione: ore di m—-a!!!!)

E’ un mondo strano il nostro!

C.

Informazioni su spiaggepiubelle

Greta e Cico si sono conosciuti tanti anni fa, da amici si sono poi scoperti innamorati e condividono la vita da circa sette anni. Due mondi diversi che si sono incontrati e che si scelgono tutti i giorni. Per Adesso. Tuffatevi nel mare blu delle loro emozioni. Qui troverete la raccolta quasi quotidiana delle avventure e disavventure di due Sognatori.
Questa voce è stata pubblicata in Scrive Cico e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a E’ un mondo strano il nostro!

  1. ilsolitomood ha detto:

    Beh, alle convenzioni si può sempre dire di no.🙂

ATTENZIONE: commentando acconsenti al Trattamento ai sensi dell’art. 23 D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”. Consulta la nostra Pagina Informativa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...