Da Gonzalo

Vediamo, 11 marzo, domenica.. stasera vi porterò a cena, oggi si torna a Tenerife!

Siamo a nord dell’isola, nella spiaggia di Las Teresitas, ed in riva al mare incontriamo una coppia di Italiani; fanno traduzioni ci dicono, lavorano quasi esclusivamente con il computer e non devono timbrare il cartellino tutte le mattine e sere. Vivono qui per la maggior parte dell’anno. Un sogno..

Dicevo, ci mettiamo a chiacchierare con loro ed inevitabilmente dopo pochi minuti il discorso cade sul cibo locale.

Ci danno qualche dritta, e ci fanno venire voglia di provare ad andare ad El Prix questa sera stessa.

Ma sì, perchè no? In fondo, abbiamo intenzione di andare a visitare San Cristobal de La Laguna nel pomeriggio, quindi possiamo fare un altro po’ di strada e spingerci fino a Tacaronte.

Qui vicino, appunto, si trova il paese di pescatori El Prix. Il posto è famoso per il pesce fresco, si mangia bene e si spende poco ci dicono i ragazzi.

E poi, fuori dall’Italia, Tenerife è il posto in cui mangio meglio, sono sicura che ne vale la pena.

Ok, decisione presa, li salutiamo, raccogliamo l’attrezzatura da spiaggia, ci vestiamo e siamo già in macchina diretti ad ammirare le bellezze di La Laguna.

Ebbene, dopo aver passato l’intero pomeriggio a fare foto a zonzo per la città, siamo pronti per andare verso la nostra cena.

Arriviamo ad El Prix al tramonto, così abbiamo ancora un po’ di tempo per passeggiare sul lungomare prima di andare a mangiare.

All’entrata del paese ci accoglie la statua di quella che potrebbe essere un’anziana contadina che porta un grosso recipiente in testa, sullo sfondo il Teide, il vulcano, e di lato l’oceano. Molto romantico..

El Prix, Tenerife

El Prix, Tenerife

Lasciamo la macchina e scendiamo giù a piedi per la strada principale (e quasi unica, il paese è minuscolo) che costeggia il mare.

Sull’altro lato della via ci sono bar-ristoranti-trattorie-bettole o similari, uno dopo l’altro, la maggior parte con i tavolini fuori.

In tutti si può mangiare il pesce fresco di giornata, e noi arriviamo fino in fondo alla strada e decidiamo di entrare nell’ultimo, da Gonzalo.

Il locale è a dir poco spartano. Tutti i muri sono ricoperti da mattonelle per un’altezza di circa due metri da terra, alle pareti  sono appese grandi foto in bianco e nero incorniciate, sedie e tavoli in legno con tovaglia di carta bianca, gli unici clienti siamo noi per il momento, e questo non ci dispiace affatto.

Dopo aver scambiato qualche battuta, il buon Gonzalo si informa sui nostri gusti.

Pesce, ecco cosa ci andrebbe stasera!

Bene, lui ci fa avvicinare al bancone, si nasconde per un attimo sotto di esso e ne emerge con una bacinella di plastica gigante piena di pesce fresco spettacolare.

Così fresco che quasi ci salta in faccia!

Non ho idea di quali specie ci siano qui in mezzo, so solo che sono tutti dei bei pesci grandicelli, per noi ne vedrei bene un paio cucinati …sì esatto, alla plancha va benissimo!

E come antipasto?

Vediamo… li avete i chopitos, quei meravigliosi minuscoli calamaretti fritti? Sì?? Una porzione sola eh mi raccomando. Ok, e per contorno le patate canariane al sale, sì, le papas arrugadas saranno perfette!

Quasi svengo dalla fame e dalla voglia mentre aspettiamo..

Ed eccoli qui:

Chopitos da Gonzalo

Chopitos da Gonzalo

e poi:

Papas arrugadas e pesce da Gonzalo

Papas arrugadas e pesce da Gonzalo

Naturalmente è impossibile spiegare a parole il profumo che si sprigiona ed il sapore straordinario di questi piatti. Il naso e gli occhi sono in estasi e le nostre papille gustative fanno la ola! Che bontà!!

Dopo cena restiamo un po’ al tavolo a guardare il mare, grati ai ragazzi che ci hanno suggerito di fermarci qui.

Ed anche la piccola passeggiata in riva al mare per raggiungere la macchina è perfettamente intonata alla serata.

L’aria è dolce.

Mentre camminiamo sentiamo la voce dell’oceano, è timido questa sera, ha quasi paura di disturbare i nostri pensieri.. E noi stiamo giusto pensando che da Gonzalo ci torneremo di sicuro!

G.

Informazioni su spiaggepiubelle

Greta e Cico si sono conosciuti tanti anni fa, da amici si sono poi scoperti innamorati e condividono la vita da circa sette anni. Due mondi diversi che si sono incontrati e che si scelgono tutti i giorni. Per Adesso. Tuffatevi nel mare blu delle loro emozioni. Qui troverete la raccolta quasi quotidiana delle avventure e disavventure di due Sognatori.
Questa voce è stata pubblicata in Scrive Greta e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

10 risposte a Da Gonzalo

  1. pietroatzeni ha detto:

    Conosco bene il profumo e il sapore del pesce fresco appena pescato e la tua descrizione mi ha preso e coinvolto. Peccato che non ci sia Gonzalo nelle vicinanze, qui una cena così costa cara. Peccato. Un saluto Pietro.

  2. ombreflessuose ha detto:

    Sempre belli i tuoi spostamenti che rilassano la mente e il cuore.
    Poi …già sento il profumo del pesce…
    Concordo con Pietro….peccato davvero
    Un sorriso
    Mistral

  3. Matteo ha detto:

    Che bello. Ho vissuto da quelle parti per quasi un anno. I colori, la gente, i profumi sono parte dei miei ricordi. Vera nostalgia!
    Consiglio vivamente la spiaggia di Benijo. Un paradiso di sabbia nera…

  4. Elisa ha detto:

    descrizione fantastica…per curiosità come sono i prezzi?

    • spiaggepiubelle ha detto:

      Ti ringrazio Elisa, sei gentile! I prezzi a Tenerife sono più bassi che da noi (viviamo a Modena, e non è esattamente una città a buon mercato come costo della vita). Non mi ricordo la cifra esatta di quella sera, ma indicativamente una cena così qui da noi, a parte che ce la sogniamo, secondo me la pagheremmo più del doppio!!
      Grazie della tua visita e buona serata!
      Greta

  5. Paolo Bologna ha detto:

    Si respira solo il sapore del mare. Anche il pesce s di mare. Prezzo? 39€ in 4 compreso 2 bottiglie di vino bianco locale.. Super Ganzolo

ATTENZIONE: commentando acconsenti al Trattamento ai sensi dell’art. 23 D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”. Consulta la nostra Pagina Informativa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...