Terra

A Modena è ricominciata questa mattina alle nove, una scossa molto forte. Quando ti manca la terra sotto ai piedi hai davvero una strana sensazione, di meraviglia subito che cede il posto quasi immediatamente al terrore. Quando è cominciata ero seduta, avevo quasi finito di scrivere un post allegro su Julio Iglesias, era un momento sereno per me. Ma poi ho sentito la scossa, mi sono alzata e tenendomi aggrappata al tavolo (cammino ancora con l’aiuto delle stampelle) mi sono diretta verso l’angolo della casa, quello esterno che ha entrambi i muri portanti. E mentre ero ferma lì il mio cuore sembrava stesse per uscirmi dal petto e mi dicevo di stare calma che tutto sarebbe finito subito ..ed invece non smetteva, continuava, continuava e sentivo i bicchieri tintinnare, e guardavo i cd sulla colonnina accanto a me, sembrava volessero venir giù, e più cercavo di stare calma più ero terrorizzata. Poi ad un certo punto finalmente ha smesso. E mentre il lampadario continuava ad oscillare paurosamente io tremavo dentro e la testa mi girava. E queste sensazioni non se ne vanno ancora.. A tratti mi sembrava di sentire altre scosse, ma il lampadario ormai fermo mi diceva di no, che era solo una sensazione. Poi verso ora di pranzo, intorno alle 12.30- 13 credo, di nuovo, un’altra scossa parecchio forte, e lunga anche questa volta, e non ero da sola, c’era C. che mi ha detto con calma: ‘Dai andiamo fuori, piano piano, non ti preoccupare, è solo per precauzione, restiamo un po’ in giardino, guarda c’è il sole, dai vieni..’ E così ho fatto le scale piano piano e sono rimasta lì fino a pochi minuti fa.

Vero, in cielo non c’è una nuvola, mi sono un po’ calmata a stare sdraiata lì sul lettino di plastica bianco, di quelli da prendere il sole. In un altro momento avrei anche messo volentieri il costume e ne avrei approfittato. Poi ho cominciato a leggere un nuovo libro, ci sono sprofondata dentro, ma ogni tanto sentivo tremare il lettino. Non so se per davvero o era il mio tremore interno.

Alla fine ho deciso di tornare su, avevo bisogno di scrivere, di sfogarmi. Una vera necessità.

Ecco, tutto qui.

Non sarebbe nemmeno il caso di essere così agitata.

Ma so che ci sono delle vittime, dei feriti, molti danni. Non ho ancora il coraggio di guardare le notizie nel web, ho solo un gran magone e mi vengono anche su le lacrime che ricaccio indietro pensando che sono grande, che non è il caso di piagnucolare, che devo farmi coraggio..

Però ora non riesco a smettere di pensare a cosa stanno provando le persone che si trovano nei pressi dell’epicentro. E mi viene solo da piangere..

G.

Informazioni su spiaggepiubelle

Greta e Cico si sono conosciuti tanti anni fa, da amici si sono poi scoperti innamorati e condividono la vita da circa sette anni. Due mondi diversi che si sono incontrati e che si scelgono tutti i giorni. Per Adesso. Tuffatevi nel mare blu delle loro emozioni. Qui troverete la raccolta quasi quotidiana delle avventure e disavventure di due Sognatori.
Questa voce è stata pubblicata in Scrive Greta e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Terra

  1. ombreflessuose ha detto:

    Scusami tanto se non son venuta prima per sapere di te e dei tuoi cari (tutti)
    Lo faccio adesso con sincero affetto.
    Conosco quei tremori della terra e delll’ anima.Vivo in terre che hanno subito diverse scosse e
    dolori (Abruzzo). Forza, so benissimo che non è facile convivere con la Bestia, ma verrà il giorno
    che Matrigna Natura, tornerà ad essere Madre.
    Un abbraccio forte
    Mistral

    • spiaggepiubelle ha detto:

      Ciao Mistral cara, ti sento molto vicina e te ne sono grata. Stiamo bene anche se ogni rumore un po’ più forte, ogni camion che passa è un sussulto.. Ma nulla a confronto delle persone che vivono sull’epicentro.. Mi dispiace sapere che anche tu purtroppo conosci questo terribile mostro.. Speriamo davvero che la Terra smetta di tremare al più presto e lasci tornare a vivere tutte le popolazioni che continuano ad essere così tanto maltrattate da Lei..
      Ti abbraccio forte forte
      Greta
      ps: l’Abruzzo è la terra dove vivono i miei genitori, che è stata anche mia per diversi anni, ed io la trovo meravigliosa!

ATTENZIONE: commentando acconsenti al Trattamento ai sensi dell’art. 23 D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”. Consulta la nostra Pagina Informativa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...