Pioggia – Seconda parte

E’ mattina presto, la nottata è passata, è andata, ma la pesante situazione atmosferica non è minimamente cambiata.

Il cielo è scuro di nubi arrabbiate.

La pioggia non permette di vedere la casa di fronte, per non parlare del mare, ancor più lontano. Nulla, si vede solo del grigio tutto intorno.

Il vento fa piegare gli alberi che abbiamo sotto casa fin quasi a terra; poverini, mi viene da pensare, speriamo che resistano interi.

E poi ancora lampi e poi lampi, uno dopo l’altro.

Al punto che ho timore a trattenermi davanti alla mia adorata finestra (da cui normalmente si gode di una vista straordinaria sul mare), proprio sopra il lavandino della cucina, mentre lavo le tazze della colazione.

Sembra quasi che uno di questi fulmini possa da un momento all’altro venirmi a trovare dentro, tanto li vedo cadere vicino..

E va avanti così fino al pomeriggio.

Ma ora ecco, la pioggia sembra voler smettere.

Anche il vento si è calmato.

Il cielo invece resta cupo, carico.

Però, che bello, riusciamo di nuovo a vedere il mare, che non ha il colore solito al quale siamo abituati, è una distesa grigio perla luminosa, meraviglioso!

Il mare a Cefalonia dopo la pioggia

Apro le finestre, la porta.

Usciamo sul terrazzo, le scarpe schiacciano le piccole pozze d’acqua sulle piastrelle.

L’aria è ferma e contiene un profumo indescrivibile: un misto di terra, di vegetazione, di erbe aromatiche, e di salsedine.

Anche se distante, il mare arriva fin qui..

Ce ne riempiamo i polmoni.

Pace.

Calma.

Quiete assoluta.

Non sentiamo nemmeno i soliti uccellini che ci fanno compagnia tutto il giorno con i loro canti gioiosi.

Neppure le cicale.

Nulla.

Silenzio.

Surreale.

E restiamo qui, lunghi istanti, a bearci di questa luce inusuale, di questa energia.

Di quest’aria ancora carica di elettricità.

E poi, ecco, come non detto, sta ricominciando a piovere.

Questa volta dolcemente, lentamente, pigramente.

Io e Cico ci guardiamo negli occhi, felici. Senza parlare.

Va bene, d’accordo, è ora di tornare dentro, chiudo le finestre per non rischiare un eventuale semi-allagamento della casa.

E adesso non ci resta che ricominciare a leggere o scrivere.

E poi, perchè no, possiamo sempre finire quel cruciverba che abbiamo cominciato ieri!!

Greta

Ps: pensiero di Cico durante quella notte: ‘Meglio questa pioggia a Cefalonia che il sole nel distretto ceramico di Sassuolo’

E non posso che essere più che d’accordo con lui!!

Pps: quando è tornato il sereno, l’isola di Zante di fronte a noi sembrava così vicina da poterla toccare!!

Zante vista da Trapezaki, Cefalonia

Informazioni su spiaggepiubelle

Greta e Cico si sono conosciuti tanti anni fa, da amici si sono poi scoperti innamorati e condividono la vita da circa sette anni. Due mondi diversi che si sono incontrati e che si scelgono tutti i giorni. Per Adesso. Tuffatevi nel mare blu delle loro emozioni. Qui troverete la raccolta quasi quotidiana delle avventure e disavventure di due Sognatori.
Questa voce è stata pubblicata in Scrive Greta e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

8 risposte a Pioggia – Seconda parte

  1. prigioniera_del_deserto ha detto:

    Che bello. Mi fai pensare all’estate e adesso è strano perchè, con tutta questa neve sembra impossibile pensare che prima o poi arriverà.
    Leggerti mi dà sempre una sensazione di pace.
    Buona serata🙂

    • spiaggepiubelle ha detto:

      Vedrai, anche se sembra un sogno, e forse, sommerse dalla neve come siamo, facciamo fatica a crederci, l’estate tornerà prestissimo, chissà, forse prima di quello che pensiamo..
      Ti ringrazio, è bellissimo quello che hai detto, mi riempie di gioia pensare di dare una sensazione di pace con le mie parole. Grazie!
      Buona serata anche a te🙂
      Greta

  2. samantagiambarresi ha detto:

    Bello questo post… poetico!

  3. ombreflessuose ha detto:

    Cara Greta, scrivi e descrivi da sogno
    Questa Pioggia mi ha tolto dal cuore ore e ore di grigiore
    Grazie, lo dico davvero
    Bacione
    Mistral

    • spiaggepiubelle ha detto:

      Ti ringrazio dolce amica, te lo dico con una lacrima di commozione, che sgorga dall’anima. Non potevi dirmi cosa più gradita, sono tanto felice di aver, anche se per un attimo, lavato via un po’ di grigio dal tuo cuore.. Ti auguro che tutti i colori dell’arcobaleno tornino prestissimo a risplendere nel tuo mondo.
      Un abbraccio di luce.
      Greta

  4. leparoledinessuno ha detto:

    Bello !
    Anche per me, amante delle isole, ascolto dal Cuore, queste ‘strane’ sensazioni !
    Ciao.
    Stefano.

ATTENZIONE: commentando acconsenti al Trattamento ai sensi dell’art. 23 D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”. Consulta la nostra Pagina Informativa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...