Un soffio(ne) di primavera

Cos’è la vita se non un insieme di ricordi di situazioni vissute e di momenti che si stanno vivendo?

Boh!

Troppo difficile quest’apertura. Ha il sapore di un tema di scuola.

Volevo solo dire che i ricordi, soprattutto quelli dell’infanzia ma non solo ovviamente, formano la persona.

Io sono quello che ricordo, sono le mie esperienze e null’altro se non carne…. (tremula, gran film di Almodovar, da vedere dice Greta) ….la vena creativa oggi è fuggita in bagno!!

Ri-riprendiamo.

Volevo descrivere il luogo in cui ci troviamo, portarvi un po’ con noi a passeggiare per le strade di quest’isola; ma per fare questo occorre che vi fermiate un attimo dalle vostre occupazioni, che tiriate un respiro profondo e torniate a guardare le cose con gli occhi del bambino che è in voi.

Dovrete di nuovo meravigliarvi per tutte le cose che incontrerete con noi in questo camminare, piccole cose della natura ma non per questo meno meravigliose del più prodigioso accessorio elettronico costruito da mani umane.

Chi riesce a fare questo si avvicina alla stato dell’illuminazione, della buddità. Dico questo perchè il buddismo, a differenza delle religioni occidentali, Giudaismo, Cristianesimo e Islam, NON rivendica alcuna rivelazione divina.

Non aspettiamo Dio.

Cerchiamo in noi stessi, sforziamoci di sostituire la visione distorta della vita con la saggezza.

Risvegliare la nostra natura di bambini permette di neutralizzare gli effetti patologici della vita moderna, perchè significa attingere forza vitale e accrescere la sicurezza stabilizzando così il nostro stato vitale.

Percorrete quindi con noi questa breve passeggiata con l’animo aperto di un fanciullo felice che si appresta a giocare in un prato.

Ci lasciamo immediatamente casa alle spalle ed iniziamo a percorrere lo stradello che confluisce nella strada asfaltata.

Già qui siamo siamo abbracciati da una natura che in questo mese di maggio ci regala insospettate meraviglie ad ogni passo.

Prati asfaltati di fiori di tutti i colori, alcuni piccoli e timidi altri semplicemente maestosi.

Fiori di maggio a Cefalonia

Campi di ulivi dipinti di giallo.

Ulivi - maggio a Cefalonia

Margherite i cui steli si protendono verso il cielo.

Maggio a Cefalonia

Piccole roselline.

Maggio a Cefalonia

Che bello..

Poi incontro un altro fiore e subito un ricordo mi viene alla mente.

Cerco di concentrarmi, di carpire i ricordi nascosti in me e mi ritrovo a rincorrere un mio amichetto di allora in un prato e in mano tengo un fiore , un fiore particolare, un soffione.

Mi avvicino al mio amico e soffio con tutto il fiato in corpo.

Il soffione sempre esplodere in mille coriandoli bianchi che volano leggeri e soffici nell’aria come le risate dei due bambini .

Anche qui a Cefalonia ci sono i soffioni.

Vedere per credere.

Soffione gigante - Maggio a Cefalonia

soffioni - cefalonia

Cico

Informazioni su spiaggepiubelle

Greta e Cico si sono conosciuti tanti anni fa, da amici si sono poi scoperti innamorati e condividono la vita da circa sette anni. Due mondi diversi che si sono incontrati e che si scelgono tutti i giorni. Per Adesso. Tuffatevi nel mare blu delle loro emozioni. Qui troverete la raccolta quasi quotidiana delle avventure e disavventure di due Sognatori.
Questa voce è stata pubblicata in Scrive Cico e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

ATTENZIONE: commentando acconsenti al Trattamento ai sensi dell’art. 23 D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 “Codice in materia di protezione dei dati personali”. Consulta la nostra Pagina Informativa

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...